Cos'è il corso di aggiornamento IVASS e chi deve seguirlo
Business e aziende

Cos’è il corso di aggiornamento IVASS e chi deve seguirlo

Corso di aggiornamento IVASS: di che si tratta?

La formazione e gli aggiornamenti sono parte integrante e obbligatoria per molti professionisti, tra i quali anche i mediatori creditizi e gli agenti finanziari. Proprio per questo motivo queste figure professionali hanno l’obbligo di seguire, con cadenza biennale, un aggiornamento IVASS (scopri di più sul sito assicuratorefacile.com), ossia dei corsi che permetteranno loro di restare sempre aggiornati e informati sulle tecniche di lavoro nonché sulla normativa vigente.

Per comprendere l’importanza di questo tipo di formazione e aggiornamento è necessario sottolineare che i corsi sono tenuti seguendo le direttive dell’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Si tratta di una realtà indipendente che opera per garantire una costante vigilanza sul mondo delle assicurazioni a favore dei consumatori che potranno pertanto avere la certezza di una tutela effettiva. Uno dei più importanti aspetti previsti dall’IVASS, ad esempio, è che tutti gli agenti finanziari e mediatori creditizi che vogliano operare nel settore devono essere iscritti al RUI, il Registro Unico degli Intermediari, che rappresenta una sorta di Albo Professionale di riferimento per questi professionisti.

L’iscrizione al RUI è subordinata dal superamento di un esame, da tenere dopo un corso di formazione. Inoltre, per poter mantenere l’iscrizione al Registro è necessario svolgere una regolare attività di aggiornamento, come previsto dalla normativa vigente. Gli aggiornamenti sono svolti tramite corsi specifici: non possono essere considerate attività di formazione la partecipazione a seminari o congressi in quanto questi, per quanto altamente formativi, non garantiscono l’aggiornamento specifico necessario ai professionisti per poter operare nel settore.

Quanto dura un corso di aggiornamento IVASS?

Prima di parlare della durata del corso di aggiornamento IVASS è necessario specificare che esistono due differenti tipologie di corso che si distinguono per monte ore e per i destinatari.

Il corso standard ha una durata di 30 ore ed è specifico per tutti i professionisti che operano come agenti finanziari o mediatori creditizi. Le tematiche che devono essere trattate nel corso vengono definite dall’IVASS a seconda delle variazioni delle normative vigenti o dell’introduzione di nuove tecniche e modalità di operare nel settore. I corsi possono essere tenuti in aula oppure si possono seguire tramite modalità online, utilizzando piattaforme di e-learning o lezioni in diretta web. Al termine del corso dovrà essere svolto un test valutativo che, secondo la normativa vigente, potrà essere tenuto anche esso online a differenza degli esami per la formazione che devono necessariamente essere tenuti in aula.

L’aggiornamento, per quanto obbligatorio, può essere sospeso in caso di malattia grave, infortunio invalidante oppure gravidanza: in tal caso, se prima della sospensione sono state seguite almeno quindici ore di aggiornamento, si potrà procedere in un secondo momento con il completamento del monte ore senza dover ripetere nuovamente la formazione.

Il corso da 15 ore può essere utilizzato da quanti non hanno potuto completare la formazione a trenta ore; tuttavia esso nasce soprattutto come modulo di aggiornamento per un altro tipo di professionisti, ossia gli intermediari assicurativi a titolo accessorio e gli addetti all’attività di distribuzione all’interno dei locali.

Corso di aggiornamento e reintegro nel RUI

Il corso di aggiornamento IVASS da 30 ore è fondamentale non solo per quanti operano regolarmente nel settore finanziario e creditizio, ma anche per quanti non hanno proceduto con il rinnovo dell’iscrizione al RUI. Infatti, in caso di cancellazione dal Registro, non si potrà semplicemente rifare una domanda di iscrizione ma si dovrà presentare anche l’attestato di partecipazione al corso e superamento dell’esame di aggiornamento. Questo è possibile tuttavia solo se la cancellazione dal RUI è avvenuta in tempi inferiori ai due anni. Viceversa si dovrà procedere con un nuovo corso di formazione professionale per poter continuare a svolgere la professione di mediatore creditizio o agente finanziario.